309 altalene, 310 altalene, 311 altalene, … Quante sono?
31 Ago 2017

309 altalene, 310 altalene, 311 altalene, … Quante sono?

Falconara (Ancona). È stata installata lunedì 28/08/17 l’altalena per disabili nel parco Luca Carletti a Case Unra. Una spesa di circa 5 mila euro che si è voluta accollare l’amministrazione comunale dopo aver raccolto le richieste dei diversi residenti e delle diverse associazioni. 

L’ennesima altalena per utenti in carrozzina, in Italia abbiamo superato le 300 installazioni (dati aggiornati per difetto) di un gioco esclusivamente riservato a utenti in carrozzina, un gioco che in altri Paesi europei viene installato nelle sole aree recintate e sorvegliate a tutela dell’incolumità di tutti gli utenti in quanto siamo in presenza di un pesante cesto di metallo che potrebbe ferire seriamente un bambino colpito accidentalmente, (infatti di incidenti se ne sono verificati almeno un paio di cui è stata data notizia dai quotidiani*) 

Fonte notizia: https://www.pressreader.com/italy/corriere-adriatico-ancona/20170830/281835758836631

Incidenti a parte, (che potrebbero essere molti di più di quelli riportati dai mezzi di informazione), vorremmo invitarvi a riflettere sulla scelta di installare un gioco esclusivo in un parco pubblico, un gioco riservato a una minoranza dei bambini con disabilità, gioco che dovrebbe essere installato nelle sole aree sorvegliate. Perché un bambino dovrebbe accontentarsi di dondolare da solo mentre tutti i suoi amici possono correre per l’intero parco e salire su tutte le strutture gioco? Perché un bambino in carrozzina deve essere messo ai margini? Il gioco è un diritto di tutti e le amministrazioni comunali hanno anche il dovere di abbattere tutte le barriere al fine di rendere accessibili e fruibili gli edifici e spazi pubblici, (il parco giochi è uno spazio pubblico).

Voi cosa pensate? Fate parte di quel gruppo di persone che affermano “meglio questa di niente”, “è un inizio” (e noi possiamo dirvi che non è vero perché in più di tre anni ne abbiamo seguite di vicende simili e solo nel 2% dei casi all’altalena fa seguito un altro gioco, talvolta due, ma non possiamo in ogni caso parlare di parco inclusivo).

Fate parte di quel gruppo di persone che affermano che è un gioco inclusivo? Che rende inclusivo il parco? Inclusivo come se il bambino viene isolato, messo in un angolino a dondolare senza avere la possibilità di interagire con gli amici? Un parco giochi con strutture classiche nel quale viene aggiunta un’altalena per utenti in carrozzina è un parco inclusivo?

Non meno importante è la sicurezza di tutti i bambini che possono farsi male utilizzando in maniera impropria il gioco e in un parco pubblico ogni struttura dovrebbe essere in grado di garantire il maggior grado di sicurezza possibile. Non è questo il caso secondo noi, e aggiungiamo che purtroppo questo gioco spesso è soggetto a rotture (per uso improprio) e in tantissimi parchi ha avuto vita breve, brevissima.

Secondo noi ogni cittadino, anche chi non ha mai avuto contatto diretto con la disabilità, dovrebbe riflettere e impegnarsi, magari inviando un messaggio all’amministrazione comunale e chiedere che i parchi cittadini siano resi accessibili e fruibili per tutti i bambini, perché tutti i bambini sono uguali e dovrebbero avere uguali diritti

Altalene per carrozzine installate in Italia:
30/11/2014: 50
29/03/2015: 73
30/10/2015: 126
10/12/2015: 141
17/05/2016: 163
19/06/2016: 175
02/07/2016: 181
09/08/2016: 201
28/09/2016: 215
11/11/2016: 226
23/12/2016: 234
12/02/2017: 242
27/03/2017: 250
11/05/2017: 264
10/06/2017: 274
17/07/2017: 285
26/07/2017: 288
30/08/2017: 309
27/09/2017: 314
27/10/2017: 323
18/12/2017: 329
19/01/2018: 336
12/06/2018: 369

Parchi gioco inclusivi in Italia: 45 (46 al 27/09/2017, 50 al 12/06/2018)

* 11/05/2015 Pordenone – Bimbo di 6 anni incastrato nella giostra. Un bambino che si trovava a parco Galvani ha deciso di salire sulla altalena che però è riservata ai portatori di handicap. Il piccolo è scivolato e si è incastrato una gamba sotto la pedana che è stata concepita per reggere una carrozzina. Oltre all’ambulanza sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che, una volta terminato l’intervento, hanno sigillato il gioco con del nastro per renderlo inaccessibile. Notizia integrale qui: http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2015/05/11/news/infortunio-a-parco-galvani-1.11399711

* 07/01/2017 San Giovanni Lupatolo (Verona). Tolta l’altalena per disabili installata al parco Cotoni. Nel 2015 nel parco ai Cotoni fu installata un’altalena riservata ai disabili. Qualche tempo dopo l’altalena era stata posta sotto sequestro per provvedimento emanato dalla procura. Era rimasta così per alcuni mesi fino a quando non era stata smantellata. Il motivo del sequestro e dello smontaggio è da ricondurre ad un incidente, verificatosi alcuni mesi fa. Un piccolo si era tranciato la falange della mano. Notizia integrale: http://www.larena.it/territori/grande-verona/s-giovanni-l/tolta-l-altalena-per-disabiliinstallata-al-parco-cotoni-1.5399492

* 28/11/2017 Vibo Valentia. L’altalena spezza-gambe terrore dei giardinetti. Quattro bambini finiti in ospedale di cui almeno due con fratture che hanno richiesto un intervento chirurgico. Il dottore Enzo Natale, responsabile del Pronto soccorso dell’ospedale Jazzolino, conferma che negli ultimi mesi sono almeno 3 i casi accertati e imputabili all’uso scorretto dell’altalena. Un quarto caso, con frattura esposta della tibia, non è stato registrato direttamente nell’ospedale di Vibo. Notizia integrale: http://www.ilvibonese.it/cronaca/8567-vibo-l-altalena-spezza-gambe-dei-giardinetti-di-piazza-annarumma

* 4/02/2018 Arco (Trento). Bimbo di 10 anni cade dall’altalena e si rompe tibia e perone. Incidente per un bimbo di 10 anni mentre stava giocando su un’altalena al parco dei Giardini centrali. Il piccolo si trovava su uno dei «giochi inclusivi» appositamente posizionati dall’amministrazione comunale per dar modo anche a bambini con disabilità motorie di poter accedere a questa struttura. Il bambino è rimasto incastrato con la gamba procurandosi una bruttissima frattura a tibia e perone (secondo alcune segnalazioni non sarebbe la prima volta). Notizia integrale: https://www.ladige.it/territori/riva-arco/2018/02/04/bimbo-10-anni-cade-dallaltalena-si-rompe-tibia-perone

* 23/03/2018 Pavia. Frattura della tibia e distacco del malleolo. È questa la diagnosi per la bambina di 6 anni che settimana scorsa è rimasta infortunata giocando sull’altalena per disabili in carrozzina. La mamma: “Ho notato che alcuni bambini erano saliti sull’altalena, mi sono avvicinata per farli scendere ma nel giro di pochi secondi ho sentito l’urlo di mia figlia, colpita al piede dalla pedana di accesso all’altalena. Quel modello di altalena non rispetta le norme: è bello che ci siano giostre adatte ai disabili, ma non possono essere pericolose per gli altri bambini». Notizia integrale: http://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2018/03/23/news/bambina-si-rompe-un-piede-chiusa-l-altalena-per-disabili-1.16629610

* 21/04/2018 Pozzuoli (Napoli). “Mio figlio di 5 anni ha rischiato la vita per colpa dell’uso incivile di quest’altalena”. “Sull’altalena riservata ai bambini in carrozzina sono saliti alcuni bambini normodotati e un adulto faceva volteggiare violentemente il cestello. Mio figlio correva proprio lì e, mentre un suo coetaneo è riuscito a scansarsi appena in tempo, lui si è beccato in fronte questa sorta di ascensore volante. Un colpo tremendo. Lo abbiamo portato al Santobono, dove i medici gli hanno riscontrato un fortissimo trauma, quel colpo per lui poteva essere letale o fargli perdere la vista o fracassargli il naso” Notizia integrale:http://www.pozzuoli21.it/mio-figlio-di-5-anni-ha-rischiato-la-vita-per-colpa-delluso-incivile-di-questaltalena/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti – © Parchi per Tutti

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: