309 altalene, 310 altalene, 311 altalene, …
31 Ago 2017

309 altalene, 310 altalene, 311 altalene, …

Falconara (Ancona). È stata installata lunedì 28/08/17 l’altalena per disabili nel parco Luca Carletti a Case Unra. Una spesa di circa 5 mila euro che si è voluta accollare l’amministrazione comunale dopo aver raccolto le richieste dei diversi residenti e delle diverse associazioni. 

L’ennesima altalena per utenti in carrozzina, in Italia abbiamo superato le 300 installazioni (dati aggiornati per difetto) di un gioco esclusivamente riservato a utenti in carrozzina, un gioco che in altri Paesi europei viene installato nelle sole aree recintate e sorvegliate a tutela dell’incolumità di tutti gli utenti in quanto siamo in presenza di un pesante cesto di metallo che potrebbe ferire seriamente un bambino colpito accidentalmente, (infatti di incidenti se ne sono verificati almeno un paio di cui è stata data notizia dai quotidiani*) 

Fonte notizia: https://www.pressreader.com/italy/corriere-adriatico-ancona/20170830/281835758836631

Incidenti a parte, (che potrebbero essere molti di più di quelli riportati dai mezzi di informazione), vorremmo invitarvi a riflettere sulla scelta di installare un gioco esclusivo in un parco pubblico, un gioco riservato a una minoranza dei bambini con disabilità, gioco che dovrebbe essere installato nelle sole aree sorvegliate. Perché un bambino dovrebbe accontentarsi di dondolare da solo mentre tutti i suoi amici possono correre per l’intero parco e salire su tutte le strutture gioco? Perché un bambino in carrozzina deve essere messo ai margini? Il gioco è un diritto di tutti e le amministrazioni comunali hanno anche il dovere di abbattere tutte le barriere al fine di rendere accessibili e fruibili gli edifici e spazi pubblici, (il parco giochi è uno spazio pubblico).

Voi cosa pensate? Fate parte di quel gruppo di persone che affermano “meglio questa di niente”, “è un inizio” (e noi possiamo dirvi che non è vero perché in più di tre anni ne abbiamo seguite di vicende simili e solo nel 2% dei casi all’altalena fa seguito un altro gioco, talvolta due, ma non possiamo in ogni caso parlare di parco inclusivo).

Fate parte di quel gruppo di persone che affermano che è un gioco inclusivo? Che rende inclusivo il parco? Inclusivo come se il bambino viene isolato, messo in un angolino a dondolare senza avere la possibilità di interagire con gli amici? Un parco giochi con strutture classiche nel quale viene aggiunta un’altalena per utenti in carrozzina è un parco inclusivo?

Non meno importante è la sicurezza di tutti i bambini che possono farsi male utilizzando in maniera impropria il gioco e in un parco pubblico ogni struttura dovrebbe essere in grado di garantire il maggior grado di sicurezza possibile. Non è questo il caso secondo noi, e aggiungiamo che purtroppo questo gioco spesso è soggetto a rotture (per uso improprio) e in tantissimi parchi ha avuto vita breve, brevissima.

Secondo noi ogni cittadino, anche chi non ha mai avuto contatto diretto con la disabilità, dovrebbe riflettere e impegnarsi, magari inviando un messaggio all’amministrazione comunale e chiedere che i parchi cittadini siano resi accessibili e fruibili per tutti i bambini, perché tutti i bambini sono uguali e dovrebbero avere uguali diritti

Altalene per carrozzine installate in Italia:
30/11/2014: 50
29/03/2015: 73
30/10/2015: 126
10/12/2015: 141
17/05/2016: 163
19/06/2016: 175
02/07/2016: 181
09/08/2016: 201
28/09/2016: 215
11/11/2016: 226
23/12/2016: 234
12/02/2017: 242
27/03/2017: 250
11/05/2017: 264
10/06/2017: 274
17/07/2017: 285
26/07/2017: 288
30/08/2017: 309

Parchi gioco inclusivi in Italia: 45

* 11/05/2015 Pordenone – Bimbo di 6 anni incastrato nella giostra. Un bambino che si trovava a parco Galvani ha deciso di salire sulla altalena che però è riservata ai portatori di handicap. Il piccolo è scivolato e si è incastrato una gamba sotto la pedana che è stata concepita per reggere una carrozzina. Oltre all’ambulanza sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che, una volta terminato l’intervento, hanno sigillato il gioco con del nastro per renderlo inaccessibile. Notizia integrale qui: http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2015/05/11/news/infortunio-a-parco-galvani-1.11399711

* 07/01/2017 San Giovanni Lupatolo (Verona). Tolta l’altalena per disabili installata al parco Cotoni. Nel 2015 nel parco ai Cotoni fu installata un’altalena riservata ai disabili. Poche settimane dopo la sua entrata in operatività, ignoti avevano tolto i dadi di fermo montati per limitarne la corsa. Qualche tempo dopo l’altalena era stata posta sotto sequestro per provvedimento emanato dalla procura. Era rimasta così per alcuni mesi fino a quando non era stata smantellata. Il motivo del sequestro e dello smontaggio è da ricondurre ad un incidente, verificatosi alcuni mesi fa. Un piccolo si era tranciato la falange della mano. Notizia integrale: http://www.larena.it/territori/grande-verona/s-giovanni-l/tolta-l-altalena-per-disabiliinstallata-al-parco-cotoni-1.5399492

Claudia Protti & Raffaella Bedetti – © Parchi per Tutti

Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d’autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l’autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d’autore.

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: