AAA. “Aggiungere due altalene per disabili non serve a nulla” – Quante sono?
27 Mar 2017

AAA. “Aggiungere due altalene per disabili non serve a nulla” – Quante sono?

Rimini 27/03/2017
“Aggiungere due altalene sulle quali possono salire i bambini in carrozzina, spesso poco sicure e non custodite, non significa affatto realizzare un parco giochi inclusivo”. Fabio Casadei è il progettista e designer che ha disegnato l’area inclusiva al Parco Federico Fellini. 
“Molti Comuni hanno preso da qualche anno ad aggiungere qualche altalena accessibile a chi è in carrozzina, pensando di essere a posto. Ma quello non sarà un parco inclusivo, sarà esclusivo: su quei giochi non potranno salirci tutti e c’è chi si farà pure male. Realizzare un parco inclusivo significa che il bambino disabile deve poter accedere, poi interagire con gli altri, infine utilizzare i giochi in autonomia o comunque in sicurezza”.
Notizia integrale: http://www.emiliaromagnamamma.it/2017/02/parchi-inclusivi-il-designer-aggiungere-due-altalene-per-disabili-non-serve-a-nulla/

Due anni e mezzo fa le altalene per carrozzine in Italia erano solamente 50. Due anni fa erano già salite a 73, per raggiungere le 163 unità meno di un anno fa, maggio 2016. Oggi, 27/03/2017, siamo arrivati ad avere 250 altalene nelle città italiane. I parchi inclusivi invece non crescono altrettanto velocemente purtroppo. Nel dicembre 2015 erano poco meno di 30, (e non tutti ben progettati, sia chiaro, quindi non tutti in grado di garantire il diritto al gioco), oggi sono circa 40 🙁

Altalene per carrozzine installate in Italia:
30/11/2014: 50
29/03/2015: 73
30/10/2015: 126
10/12/2015: 141
17/05/2016: 163
19/06/2016: 175
02/07/2016: 181
09/08/2016: 201
28/09/2016: 215
11/11/2016: 226
23/12/2016: 234
12/02/2017: 242
27/03/2017: 250
11/05/2017: 264
10/06/2017: 274
17/07/2017: 285
26/07/2017: 288
30/08/2017: 309
27/09/2017: 314
27/10/2017: 323
18/12/2017: 329
19/01/2018: 336
12/06/2018: 369
20/10/2018: 397
24/12/2018: 405
06/03/2019: 410
11/06/2019: 425
14/08/2019: 434

Chissà se le amministrazioni lo capiscono che non è possibile dichiarare di essere sensibili verso le persone con disabilità solo per aver installato un’altalena per carrozzine che ha un costo molto basso ed è pure pericolosa. Chissà se lo capiscono che non si può dichiarare di aver garantito il diritto al gioco ai bambini con disabilità solo per aver installato un’altalena per carrozzine visto che si tratta di un gioco riservato appunto a utenti in carrozzina. E i bimbi con disabilità motoria lieve che non usano la carrozzina? E i bimbi ciechi o ipovedenti? E poi perché, domanda importantissima, alcuni bambini dovrebbero giocare da soli su questa altalena e tutti gli altri sulle eventuali strutture accanto ad essa?

N.B.: L’altalena con pedana per accogliere una sedia a ruote è un gioco esclusivamente riservato a utenti in carrozzina e può essere installato nelle sole aree gioco sorvegliate ovvero cortili di scuole o strutture riabilitative dove è sempre presente un adulto quando i bambini giocano, parchi recintati e aperti da un custode addetto alla sorveglianza dei bambini.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti – © Parchi per Tutti

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: