Danneggiata altalena per disabili in parco pubblico non sorvegliato
07 Ott 2017

Danneggiata altalena per disabili in parco pubblico non sorvegliato

06/10/2017 Jesi. Parco del Vallato: l’altalena per i disabili installata non tanto tempo fa, è stata danneggiata. E non sarebbe la prima volta. Pochi ragazzi ubriachi la usano di giorno e di notte nell’assoluto abbandono del Parco. Niente forze dell’ordine, niente polizia urbana. È inaccettabile che neanche di giorno nessuno tuteli i nostri parchi soprattutto quelli con strutture sensibili come quelle per i disabili.  Notizia integrale qui: http://www.viverejesi.it/2017/10/07/lucaboni-libera-azione-jesi-danneggiata-laltalena-per-disabili-pi-controlli-nei-parchi/655994

 

 

Cosa può fare l’amministrazione comunale? Piantonare 24 ore su 24, 7 giorni su 7 il gioco? L’errore sta nell’installare questo tipo di altalena nei parchi pubblici non sorvegliati. Cosa che accade solo in Italia perché nel resto d’Europa viene collocata all’interno di parchi recintati e dotati di custode o in giardini di strutture accessibili ai soli utenti che le frequentano. Tra l’altro è un gioco pericoloso, un gioco nato per luoghi dove è sempre presente un adulto ma che si è diffuso grazie alla credenza che sia inclusivo. Come può esserlo se è esclusivamente riservato a utenti in carrozzina e nel 99% dei casi è l’unico gioco accessibile del luogo dove viene installato? Prendere in considerazione i soli utenti in carrozzina, (esistono tanti tipi di disabilità e quella motoria non comprende solo utenti che usano la carrozzina), e riservare loro un solo gioco, (spesso su terreno poco accessibile), corrisponde a inclusione?

Nella maggior parte dei Paesi Europei, (Germania, Inghilterra e Spagna per fare un esempio), questo tipo di altalena viene viene dichiarata adatta alle sole aree sorvegliate e per “sorvegliate” non si intende la presenza del genitore che controlla il proprio figlio o nipote ma a presenza di un addetto/custode dell’area presente quanto il parco, recintato, è aperto al pubblico. La normativa è europea; in Italia questa altalena viene installata ovunque, nel resto d’Europa no.

  • ¡ATENCIÓN! Tener en cuenta: Solo para uso por personas en silla de ruedas. No es un juego para parques infantiles en zonas públicas. Debido al peso y al volumen de la cesta del columpio, existe gran riesgo de lesión si el uso no es el apropiado. Para garantizar el uso previsto, este columpio no debería estar instalado en parques con acceso público, sino solo en zonas cerradas y vigiladas.
  • L’altalena integrativa è stata specificamente concepita in base alle esigenze dei bambini su sedia a rotelle. Questo attrezzo colma una lacuna che interessa i bimbi che, a causa del loro handicap, non possono godere appieno delle attrazioni dei parchi giochi pubblici. L’altalena manuale può oscillare autonomamente tirando la cinghia collocata sul lato superiore della struttura. Perfettamente indicata anche per scopi terapeutici. Per zone sorvegliate.
  • Productgroups: Handicap Swing. Range of application: supervised playgrounds
  • Note: Recommended for supervised areas only

In altri casi, sia in Italia che all’estero, viene fornito un lucchetto per l’altalena e la chiave affidata ad un ufficio dell’amministrazione comunale o al gestore del bar che si trova vicino all’area giochi o ancora l’area dove è posizionata l’altalena viene recintata e in alcuni casi dotata di cancellino con serratura la cui chiave deve essere custodita da qualcuno. E torniamo al problema: chi può conservare la chiave ma essere sempre disponibile a fornirla, in qualsiasi orario e giorno della settimana, a chi vuole andare in altalena? Solo in un parco sorvegliato c’è una persona presente durante l’apertura dell’area giochi che può effettuare questo servizio perché il bar ha orari e un giorno di chiusura e recarsi in Comune per ritirare la chiave per fare un giro in altalena non è di certo una soluzione agevole. 

In questi anni si sono verificati diversi incidenti a causa di questo tipo di struttura gioco ma solo alcuni sono stati riportati dai mezzi di informazione: 

  • 11/05/2015 Pordenone – Bimbo di 6 anni incastrato nella giostra. Un bambino che si trovava a parco Galvani ha deciso di salire sulla altalena che però è riservata ai portatori di handicap. Il piccolo è scivolato e si è incastrato una gamba sotto la pedana che è stata concepita per reggere una carrozzina. Oltre all’ambulanza sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che, una volta terminato l’intervento, hanno sigillato il gioco con del nastro per renderlo inaccessibile. Notizia integrale qui: http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2015/05/11/news/infortunio-a-parco-galvani-1.11399711
  • 07/01/2017 San Giovanni Lupatolo (Verona). Tolta l’altalena per disabili installata al parco Cotoni. Nel 2015 nel parco ai Cotoni fu installata un’altalena riservata ai disabili. Poche settimane dopo la sua entrata in operatività, ignoti avevano tolto i dadi di fermo montati per limitarne la corsa. Qualche tempo dopo l’altalena era stata posta sotto sequestro per provvedimento emanato dalla procura. Era rimasta così per alcuni mesi fino a quando non era stata smantellata. Il motivo del sequestro e dello smontaggio è da ricondurre ad un incidente, verificatosi alcuni mesi fa. Un piccolo si era tranciato la falange della mano. Notizia integrale: http://www.larena.it/territori/grande-verona/s-giovanni-l/tolta-l-altalena-per-disabiliinstallata-al-parco-cotoni-1.5399492
  • 28/11/2017 Vibo Valentia. L’altalena spezza-gambe terrore dei giardinetti. Quattro bambini finiti in ospedale di cui almeno due con fratture che hanno richiesto un intervento chirurgico. Il dottore Enzo Natale, responsabile del Pronto soccorso dell’ospedale Jazzolino, conferma che negli ultimi mesi sono almeno 3 i casi accertati e imputabili all’uso scorretto dell’altalena. Un quarto caso, con frattura esposta della tibia, non è stato registrato direttamente nell’ospedale di Vibo. Non è escluso che molti genitori preferiscano non denunciare l’accaduto come conseguenza diretta dell’uso improprio dell’altalena riservata a utenti in carrozzina, probabilmente nella consapevolezza di non aver vigilato adeguatamente sui propri figli. Notizia integrale: http://www.ilvibonese.it/cronaca/8567-vibo-l-altalena-spezza-gambe-dei-giardinetti-di-piazza-annarumma
  • 4/02/2018 Arco (Trento). Bimbo di 10 anni cade dall’altalena e si rompe tibia e perone. Incidente per un bimbo di 10 anni mentre stava giocando su un’altalena al parco dei Giardini centrali. Il piccolo si trovava su uno dei «giochi inclusivi» appositamente posizionati dall’amministrazione comunale per dar modo anche a bambini con disabilità motorie di poter accedere a questa struttura. Il bambino è rimasto incastrato con la gamba procurandosi una bruttissima frattura a tibia e perone (secondo alcune segnalazioni non sarebbe la prima volta). Notizia integrale: https://www.ladige.it/territori/riva-arco/2018/02/04/bimbo-10-anni-cade-dallaltalena-si-rompe-tibia-perone
  • 23/03/2018 Pavia. Frattura della tibia e distacco del malleolo. È questa la diagnosi per la bambina di 6 anni che settimana scorsa è rimasta infortunata giocando sull’altalena per disabili in carrozzina installata presso il parco della Vernavola. La mamma: “Ho notato che alcuni bambini erano saliti sull’altalena, mi sono avvicinata per farli scendere ma nel giro di pochi secondi ho sentito l’urlo di mia figlia, colpita al piede dalla pedana di accesso all’altalena. Quel modello di altalena non rispetta le norme: è bello che ci siano giostre adatte ai disabili, ma non possono essere pericolose per gli altri bambini». L’altalena ora è transennata. Notizia integrale: http://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2018/03/23/news/bambina-si-rompe-un-piede-chiusa-l-altalena-per-disabili-1.16629610
  • 21/04/2018 Pozzuoli (Napoli). “Mio figlio di 5 anni ha rischiato la vita per colpa dell’uso incivile di quest’altalena”. “Sull’altalena riservata ai bambini in carrozzina sono saliti alcuni bambini normodotati e un adulto faceva volteggiare violentemente il cestello. Mio figlio correva proprio lì e, mentre un suo coetaneo è riuscito a scansarsi appena in tempo, lui si è beccato in fronte questa sorta di ascensore volante. Un colpo tremendo. Lo abbiamo portato al Santobono, dove i medici gli hanno riscontrato un fortissimo trauma, quel colpo per lui poteva essere letale o fargli perdere la vista o fracassargli il naso” Notizia integrale:http://www.pozzuoli21.it/mio-figlio-di-5-anni-ha-rischiato-la-vita-per-colpa-delluso-incivile-di-questaltalena/

 

Alcuni link di siti di aziende non italiane che indicano il luogo ove è possibile installare l’altalena ovvero solamente aree sorvegliate:

http://www.inclusiveplay.com/product/iswing/

http://www.eibe.net/it/altalena-integrativa_564005024.html

http://www.kaiser-kuehne-play.com/en/products/product-details.html?tx_feproducts_pi1%5Bitemid%5D=6701&cHash=1ae3c309a16561055f5749fd008b0902

http://www.mobiliariosurbanos.com/es/parques-infantiles/columpios/columpio-silla-de-ruedas

http://www.richter-spielgeraete.de/catalog-detail/items/6.29110-rollstuhlfahrerschaukel-wheelchair-swing.html

https://www.gljones-playgrounds.co.uk/playground-equipment/inclusive-play/abilityswing-wheelchair-swing-detail

 

Claudia Protti & Raffaella Bedetti – © Parchi per Tutti

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: